Lavoro, posti barche, pesca, piano casa, certificazione energetica, promozione turistica.

Illustriamo i nuovi importanti provvedimenti della regione Piemonte.
Il Consiglio Regionale ha approvato il Disegno di legge della Giunta regionale n. 599 “Disposizioni collegate alla manovra finanziaria per l’anno 2009”.
E’ un provvedimento complesso, composto da oltre 60 articoli, che affrontano molte materie oggetto d’intervento legislativo da parte della regione Piemonte.
Vediamo sinteticamente alcuni elementi che sono diventati legge della regione Piemonte.

– Per quanto riguarda la pesca è stato reintrodotto con un emendamento dell’assessore all’agricoltura Taricco, fortemente sollecitato dai sottoscritti Consiglieri regionali, per l’esonero dal pagamento della licenza di pesca per i giovani sotto i 14 anni e per le persone con età superiore ai 65 anni di età;
– E’ stata approvata la norma che differisce al 31 ottobre 2009 il termine per le autodenunce delle occupazioni demaniali sulle rive e sulle acque dei laghi e dei fiumi, approvata altresì la norma che introduce la categoria specifica delle occupazioni degli scivoli a lago con il pagamento di una sola annualità del pregresso indipendentemente dagli anni di occupazione ed il canone specifico per tali occupazioni di 10 Euro al metro quadrato annuo.
Si richiama l’attenzione su tale norma in quanto la stessa chiude tutte le polemiche aperte nei mesi scorsi ed accoglie le proposte che come Consiglieri Regionali avevamo assunto a tale riguardo.

Una norma molto importante in questo momento di grave crisi economica è quella che prevede che la regione, al fine di alleviare i disagi dei lavoratori e delle lavoratrici colpiti dalla crisi economica e finanziaria.
Si è individuato il meccanismo operativo con cui anticipare l’erogazione dei trattamenti di cassa integrazione guadagni straordinaria, attraverso il tramite della agenzia Piemonte lavoro ed altrettanto importante è la norma con la quale si provvede all’istituzione di un fondo rotativo di prestito alle agenzie formative con una dotazione per l’anno 2009 di 7 milioni di euro. l’importanza della norma sta nelle difficoltà che molte agenzie formative stanno attraversando con una difficoltà nel pagamento delle retribuzioni .– E’ stata autorizzata la partecipazione della regione Piemonte alla costituzione o all’adesione di fondi immobiliari promossi da fondazioni ex bancarie con lo scopo di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati attraverso la realizzazione di alloggi sociali, completando il panorama e gli strumenti che la regione Piemonte si è data sul tema dell’emergenza casa (Regione Piemonte che peraltro è fortemente impegnata nel piano di realizzazione di 10.000 alloggi entro il 2012 – Programma Casa);

– E’ stata approvata una disposizione relativa alla certificazione energetica degli alloggi, a seguito di disposizioni legislative nazionali, con la quale è istituito l’albo regionale dei professionisti abilitati al rilascio dell’attestato di certificazione energetica, al quale sono iscritti di diritto tutti i professionisti che già risultano far parte presso i rispettivi ordini professionali; nel frattempo gli stessi sono autorizzati al rilascio del certificato consentendo così la possibilità di sottoscrizione di atti di compravendita di immobili;

– E’ stata approvata la riforma delle agenzie di accoglienza e promozione turistica locale (ATL) prevedendo che le ATL possano scegliere tra due diverse possibili forme giuridiche: la prima sotto forma di consorzio e società consortile composta unicamente da soggetti pubblici, la seconda sotto forma di società di capitali, consorzi o di società consortili con l’apporto di privati. A tale riguardo è stata altresì approvata la norma che prevede una fase transitoria ampia che prevede che le Atl debbano assumere la decisione entro quindici mesi dalla entrata in vigore della legge e che tale scelta dovrà essere concretizzata entro i successivi sei mesi.

I Consiglieri regionali
Aldo Reschigna, Marco Travaglini

Un commento su “Lavoro, posti barche, pesca, piano casa, certificazione energetica, promozione turistica.”

  1. È incredibile come la classe dirigente del Pd si ostini ad ignorare la necessita’ di rinnovo e cambiamento che viene dalla base, da anni ormai. Sono sicuro che tutti i dirigenti, Damiano incluso, ne sono perfettamenti consapevoli. Eppure preferiscono far finta di nulla e riprorsi nonostante gli elettori e gli iscritti abbiano piu’ volte emesso il loro verdetto negativo. In futuro sara’ sempre meno rilevante il perchédi tale paradossale politica di un partito che si definisce riformista. Non contenera’ nulla se il devastante gap tra partito e societa’ sia stato dovuto a egoismo, paura, miopia o incapacita’. Quello che contera’ sara’ raccogliere i cocci e lavorare perchéle future generazioni non debbano soffrire quello che noi soffriamo oggi.
    Tommaso Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *