Corsa alla segreteria del PD: ecco i primi risultati nel VCO.

image Pubblichiamo i risultati parziali delle assemblee congressuali del PD in corso di svolgimento nel Verbano Cusio Ossola.
Ad oggi sono state 14 le assemblee di circolo svolte (Ornavasso, Valle Vigezzo, Piedimulera, Valle Anzasca, Valle Antrona, Cambiasca, Cossogno, Casale Corte Cerro, Omegna, Villadossola, Beura Cardezza, Ghiffa, Domodossola e Trontano).
Mancano ancora 15 assemblee (Pieve Vergonte, San bernardino Verbano, Baveno, Crevoladossola, Valle Formazza, Arizzano, Vignone Bee Premeno, Stresa, Belgirate, Gravellona Toce, Alto Verbano, Mergozzo, Varzo, Verbania e Vogogna).
Siamo al giro di boa nel VCO con oltre il 58% di votanti dei 607 iscritti aventi diritto, un dato che sottilinea una forte partecipazione degli iscritti.
Nei giorni prossimi quasi altri 600 iscritti saranno chiamati ad esprimersi per scegliere i candidati che, il 25 ottobre, si sfideranno alle primarie che coinvolgeranno non solo gli iscritti ma anche tutti gli elettori del PD.
I risultati per le candidature nazionali vedono Pier Luigi Bersani conquistare 177 voti pari al 50,1 % dei voti validi. Segue Ignazio Marino che raccoglie 110 voti pari al 31,2% dei voti e infine Dario Franceschini con 66 voti pari al 18,7%.
Per quanto riguarda invece le candidature a segretario reionale, Gianfranco Morgando raccolie 157 voti pari al 45%, Cesare Damiano con 106 voti pari al 30.4% e Roberto Tricarico con 86 voti pari al 24,6%..

3 commenti su “Corsa alla segreteria del PD: ecco i primi risultati nel VCO.”

  1. dopo mesi e mesi di assestamenti a sinistra, finalmente si entra nel vivo, ritengo che da qui a 2 mesi il PD impianterà definitavene la bandiera sulla “collina” (non stile hamburgher hill) come un vero partito democratico mirato al futuro. Mentre i “nanetti” vagano nella nebbia e non hanno il coraggio di prendere una decisione (a parte Rifondazione che è coerente ed ammirabile per la serietà di posizione)
    Venendo alla mia riflessione, ritengo che il futuro sia Democratico e che questo semiregime ha oramai non i mesi ma le settimane contate.
    Personalmente appoggio Bersani come Segretario e spero vivamente in una buona posizione percentuale di Marino così da dare vita ad un partito di centro/sinistra vero e stabile.
    Sono rammaricato per i voti che naufragano all’IDV ed alla LEGA, assurdo perdere elettorato di sinistra perchénon si è stati in grado di dare una “base” al nostro popolo!
    Luca Buarotti

  2. Ho qualche perplessità su quanto afferma Luca, per prima cosa non credo sia così sicuro che il governo andrà in crisi.
    Credo comunque che l’esperienza del 1994 sia emblematica.
    Gia allora la sinistra pensava che bastasse approfittare del vuoto di potere lasciato da DC e PSI per diventare forza di governo, poi è arrivato berlusconi e in tre mesi ha organizzato un nuovo partito che ha sbaragliato. Quindi il problema è assolutamente quello di aver una proposta politica seria, condivisa e sopprattutto chiaramente alternativa a quella del PdL-Lega, il tutto deve essere fatto poi in un clima che rigalvanizzi i nostri elettori stufi e disillusi da troppo tempo.
    Purtroppo per definire questo progetto politico non basterà questo tipo di congresso che ha indubbiamente dei limiti.
    Ps visto che ci si dichiara io appoggio Marino.

  3. Il Partito Democratico non deve essere una comunità di supporter di un’uomo solo… dice Bersani in un suo video… al congresso del mio Circolo (Villadossola) il relatore della sua mozione (Borghi) e molti che sostengono la sua candidatura (uno per tutti Graziano Zaretti) hanno pressoché ripetuto un concetto analogo. “Ritornare al Partito degli iscritti, nel quale gli iscritti contano”. Però, c’è un però. Dal relatore a molti interventi in suo sostegno non è venuta una risposta al quando e in che organismo eletto dagli iscritti sono maturate le innumerevoli Presidenze e Vicepresidenze in enti e società di derivazione chiaramente politica che quegli stessi occupano e/o quando hanno intenzione di chiarirlo. Fino ad allora credo che tutto questo dia sì un senso a questa storia, ma una storia che non mi appartiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *