Giornata della memoria: le iniziative nel VCO

image Riportiamo di seguito alcune delle iniziative per la giornata della Memoria che si terranno nel VCO:
Appuntamenti alla Casa della Resistenza di Fondotoce per Giorno della Memoria
Mercoledì 27 GENNAIO 2010
ORE 21.00 Presentazione Prof.ssa Irene Magistrini, Prof. Gianmaria Ottolini
Ore 21.30 Proiezione in anteprima di alcune sequenze del Film documentario “Even‘43” dedicato alla memoria della strage degli ebrei sul Lago Maggiore. Sarà presente il regista Lorenzo Camocardi
Ore 22.30 Inaugurazione delle Mostre: OMOCAUSTO “La persecuzione dei Triangoli rosa”. Lo sterminio dimenticato degli omosessuali con Marco Coppola, Arcigay di Verbania
IL LAGER DI BOLZANO “Oltre quel muro”. Una storia esemplare che colloca nel lager di Bolzano un nucleo di resistenti determinati e organizzati, unico caso nella tragica storia dei campi nazisti.
giovedì 28 GENNAIO
Ore 17.30 Presentazione del libro APPUNTI SULLA QUESTIONE EBRAICA di Guido Bersellini. Introduzione della Prof.ssa Antonella Braga. Segue aperitivo
Martedì, 26 gennaio 2010 ore 20:45, Sala Conferenze Teatro La Fabbrica Villadossola (VB)

LA MUSICA OLTRE I FILI. Conferenza su aspetti e ruolo della musica nei lager.
In occasione della Giornata della Memoria 2010, l’Associazione Culturale ApertaMente, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Villadossola, organizza una conferenza di riflessione sulla musica ed il suo ruolo nel periodo nazista. Relatore della conferenza sarà il Maestro Alessio Lucchini, il quale sarà accompagnato dalle immagini di forte impatto e suggestione a cura di Roberto Bianchetti Fotografo.
L’incontro vuole essere un momento per fare memoria senza retorica, approfondendo la conoscenza e scommettendo sul futuro.http://www.teatrolafabbrica.com/cms/index.php/calendar/29/51-La-musica-oltre-i-fili.html

INIZIATIVE PER IL “GIORNO DELLA MEMORIA”AL LICEO “SPEZIA” DI DOMODOSSOLA, (VB), Via Menotti 5/7
Anche quest’anno il Liceo “Spezia” di Domodossola promuove una serie di iniziative per far si che la ricorrenza assuma una valenza di riflessione.
Nello specifico il 27 gennaio sarà allestita una mostra fotografica con immagini scattate nei campi di sterminio da alcuni autori ossolani attivi nell’Associazione “La Cinefoto” come Danilo Albini, Roberto Bianchetti Fotografo e Antonio Fabbri, mentre saranno realizzate alcune postazioni in cui a gruppi di studenti – per favorire la riflessione e l’approfondimento – verranno proiettati alcuni video o sequenze di immagini con commento,
riguardanti la realtà della deportazione e dello sterminio.
Nello specifico saranno proiettati due video riferiti al campo di sterminio di Auschwitz realizzati rispettivamente da Roberto Bianchetti Fotografo, con "Vite Spezzate", e da Antonio Fabbri, ed un terzo lavoro riguardante la strage di Oradour, realizzato da Feruccio Sbaffi e Maria Letizia Panighetti, sempre dell’Associazione “La Cinefoto”.
La mostra fotografica rimarrà aperta per tutta la settimana, da martedì 26 a venerdì 29 gennaio, dalle 9 alle 16,30
e sabato 30 gennaio dalle 9 alle 13.
Per informazioni: Liceo "Spezia" tel. 0324-44740,

Un pensiero su “Giornata della memoria: le iniziative nel VCO”

  1. COMUNICATO STAMPA.
    Verbania, 22 Gennaio 2010

    Arcigay celebra la Giornata della Memoria presentando la mostra:
    OMOCAUSTO: la persecuzione dei triangoli rosa

    Arcigay Nuovi Colori Verbania in collaborazione con l’Associazione Casa della Resistenza di Verbania è lieta di presentare, in occasione della Giornata della Memoria la mostra “Omocausto: la persecuzione dei triangoli rosa”. La presentazione si terrà presso la Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce il giorno mercoledì 27 gennaio dalle ore 21:00 all’interno degli appuntamenti previsti per la celebrazioni del “27 gennaio 2010: giorno della memoria della shoah”.

    La mostra che rimarrà allestita quindici giorni, si compone di 15 pannelli illustrativi, ripercorre la persecuzione di lesbiche e gay da parte del regime nazista, ed è composta da cinque sezioni: “Il nazismo. L’avvento della barbarie”, “Persecuzione e sterminio”, “Le Lesbiche. L’Omocausto invisibile”, “La persecuzione silenziosa. Gli omosessuali italiani sotto il fascismo”, “Dal dopoguerra ad oggi”.

    L’esposizione è un breve ma intenso itinerario storico della tragedia dimenticata e allo stesso tempo un omaggio alla memoria dei 100mila omosessuali perseguitati dal nazifascismo, 15mila dei quali internati nei lager, dove circa 10mila trovarono la morte.

    “Siamo orgogliosi di poter presentare anche nella nostra provincia e presso una sede così prestigiosa questa mostra, che ha già riscosso l’apprezzamento del Presidente della Repubblica e ampio gradimento nelle diverse città in cui è stata allestita – dichiara Damiano Tradigo, Segretario Provinciale di Arcigay Verbania. E continua – Il ricordo della persecuzione contro gli omosessuali durante la seconda guerra mondiale, troppo spesso ignorata, deve servire come vivo monito per le nuove generazioni, affinchè il sacrificio dei tanti triangoli rosa possa alimentare quel sentimento di inclusione sociale che tutte le democrazie dovrebbero compiutamente realizzare”.
    “La storia ci insegna come siamo ancora lontani dal raggiungere questo obiettivo – prosegue Marco Coppola, Presidente di Arcigay Verbania – infatti ancora oggi in 91 nazioni sono in vigore legislazioni che condannano le persone in quanto omosessuali e tra questi ben sette prevedono la pena di morte.”

    Ufficio Stampa – Arcigay Nuovi Colori Verbania

    Responsabile del progetto – Damiano Tradigo – tel. 347/9871679 – mail: segretario@arcigayverbania.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *