Condannato Giovine: Cota ne prenda atto e si dimetta

La pesante condanna per falso di Michele Giovine, ribadita oggi dalla Corte dʼAppello, conferma la gravità del suo comportamento e la evidente illegalità che ha contaminato il voto regionale del 2010.
In questo quadro è chiara la caduta di autorevolezza del presidente Cota, eletto con un risultato viziato in modo determinante dal falso compiuto da Giovine, che mina la legittimità della sua elezione.
Cota dovrebbe cominciare a prendere atto pubblicamente di quanto scaturisce in modo sempre più inequivocabile dalle aule giudiziarie.
comunicato stampa
Aldo Reschigna, capogruppo Pd in consiglio regionale

Un commento su “Condannato Giovine: Cota ne prenda atto e si dimetta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *