ODG SU EDILIZIA SCOLASTICA APPROVATO IN CONSIGLIO PROVINCIALE  

Riccardo Brezza, segretario Circolo PD Verbania
Riccardo Brezza, segretario Circolo PD Verbania

Nella serata di ieri il Consiglio Provinciale del VCO ha votato all’unanimità il testo dell’ordine del giorno da me presentato a sostegno dell’emendamento alla legge di stabilità  37/40, che mira ad escludere “ai fini della verifica del rispetto del patto di stabilità interno[…]le spese sostenute dalle province per interventi di edilizia scolastica”.
Non posso che esprimere assoluta soddisfazione per il voto espresso ieri dal consiglio a favore di un tema che deve rimanere in cima all’agenda della politica locale e nazionale.
L’edilizia scolastica, la sicurezza delle scuole dove mandiamo i nostri giovani, sono temi di cui la politica non si dive dimenticare e che devono sempre essere all’ordine del giorno. Specialmente in un momento in cui gli enti locali versano in grave difficoltà finanziarie. Per questa ragione ho presentato l’Ordine del giorno, per tenere alta l’attenzione su un emendamento che, se fatto proprio dal Governo, permetterebbe anche ad interventi bloccati dal patto di stabilità di partire per sanare situazioni che hanno a che fare con la sicurezza dei nostri studenti e con la qualità degli spazi scolastici.
Nell’ordine del giorno ho voluto ricordare anche Vito Scafidi, giovane ragazzo morto a Rivoli nel 2008 a causa di un crollo nel liceo che frequentava. La memoria di questi fatti ci deve muovere all’azione e alla responsabilizzazione e chi ha responsabilità nelle amministrazioni pubbliche deve vigilare perchè fatti drammatici come quello di Vito non possanoe no debbano più accadere. A scuola non si può e non si deve morire.
La Provincia del Vco con il suo Presidente Stefano Costa sono in prima linea su questo tema e si impegneranno a fondo per garantire la sicurezza delle scuole della Provincia.
Riccardo Brezza
Consigliere provinciale PD

Un commento su “ODG SU EDILIZIA SCOLASTICA APPROVATO IN CONSIGLIO PROVINCIALE  ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *