Archivi tag: Borghi

Incontro con Marco Minniti sabato 15 settembre alle ore 10.30 a Verbania: si discute di immigrazione e sicurezza

Immigrazione e sicurezza nell’Europa dei nuovi nazionalismi è il tema dell’incontro pubblico con l’onorevole Marco Minniti, ex Ministro dell’Interno, che si svolgerà sabato 15 settembre alle ore 10.30, presso il foyer del centro eventi Il Maggiore Verbania.

Interverrà anche l’on. Enrico Borghi, con la partecipazione di Giuseppe Grieco segretario provinciale PD, Aldo Reschigna vicepresidente della regione Piemonte e Silvia Marchionini sindaco di Verbania.

Incontro a cui tutti i cittadini, le associazioni, le categorie economiche e sociali sono invitati a partecipare.

l dati e i numeri. Il punto sul flusso degli ultimi anni per dare maggiori strumenti per discuterne in questi giorni in maniera informata. https://www.ilpost.it/2018/06/12/dati-italia-immigrazione/

Il tema dell’Europa, dell’immigrazione e della sicurezza sono temi fonte di contrasti tra i paesi membri e di tensioni sociali che in molti casi sfociano in rabbia, paura e rancori.

Abbiamo voluto un dialogo con l’ex ministro perché consideriamo un valore il suo approccio pragmatico, capace di coniugare le esigenze di una società aperta con le richieste di sicurezza e protezione che evidenziano i cittadini.

Nel suo percorso al governo, Minniti ha cercato di salvaguardare i valori di umanità, libertà e sicurezza. Non si è abbandonato a false promesse come quella di azzerare l’immigrazione, «è impossibile e neppure auspicabile se non altro per i nostri evidenti squilibri demografici», ha affermato lo stesso ex ministro. «Però una democrazia ha il dovere di governare i flussi dell’immigrazione, gestire un elemento strutturale della vita del pianeta facendo appunto capire che non è un’emergenza e che ci sono due principi che in ogni democrazia, anzi in ogni persona, devono e possono convivere: il principio di accoglienza e il principio di sicurezza».

Proprio nei giorni in cui il nuovo ministro Salvini ammette «che di questo passo per rimpatriarli tutti ci vorranno 80 anni», smentendo le ennesime promesse fatte in campagna elettorale («ne rimpatrieremo 600 mila! »).

L’alternativa è che in Europa si affermi l’idea di una società chiusa ma si tratta di un drammatico salto nel buio. «Un baratro», ricorda Minniti, «che ci porta dove l’Europa negli ultimi settant’anni ha consentito che non si andasse più».

IL PD nell’epoca del populismo. La deriva del governo Conte. Incontro con Maria Elena Boschi

Venerdì 10 agosto alle ore 18.30 presso l’area dibattiti alla Festa de l’Unità la Lucciola a Villadossola, incontro pubblico sul tema
“I Democratici nell’epoca del populismo. La deriva del governo Conte”.
 
L’on. Maria Elena Boschi torna alla Festa de l’Unità La Lucciola e, con l’on. Enrico Borghi, colloquierà con il giornalista Ivan Fossati de La Stampa.
 
Programma completo Festa de l’Unità a Villadossola dal 3 al 16 agosto 2018. al link https://goo.gl/5FUDcV

L’Italia vista dal PD. Incontro alla festa la Lucciola con Ettore Rosato ed Enrico Borghi

Sabato 4 agosto 2018 alle ore 18.00 (area dibattiti), presso la festa  de l’Unità la Lucciola a Villadossola,  incontro pubblico.
L’Italia vista dal PD, come il Partito Democratico deve affrontare le sfide del presente.
Dialogo tra l’On. Ettore Rosato (vicepresidente della Camera dei deputati ) e l’On. Enrico Borghi (dell’Ufficio di presidenza del Partito Democratico alla Camera dei deputati); modera Ivan Fossati giornalista La Stampa Verbano Cusio Ossola.

Programma completo Festa de l’Unità a Villadossola dal 3 al 16 agosto 2018 al link https://goo.gl/5FUDcV

#Connessioneaperta. Incontro PD a Baveno il 13 luglio con Antonio NOTO, Sergio CHIAMPARINO, Graziano DEL RIO.

Destra e Sinistra davanti al sovranismo” – Idee e proposte per un PD che sfidi paure, disuguaglianze e solitudini 

E’ questo il titolo di un importante evento organizzato dal Gruppo del Partito Democratico della Camera dei Deputati per il prossimo 13 Luglio a Baveno presso il Grand Hotel Dino.

Ricco il programma che prende il via alle 15.30 con i saluti del Segretario del PD del VCOGiuseppe Grieco.

Autorevoli gli interventi previsti, che verranno moderati da Luigi Bobba (sottosegretario al Welfare nella XVII legislatura).

Tra gli altri sono previsti i contributi di Antonio Noto (Fondatore di IPR Marketing), Mauro Magatti (Sociologo dell’Università del Sacro Cuore di Milano), Augusto Ferrari (Assessore all’Assistenza in Regione Piemonte), Cristina Bargero (Autrice del libro “il Piemonte oltre la crisi”), Nicoletta Favero (Senatrice della XVII legislatura) e Sergio Chiamparino (Presidente della Regione Piemonte).

Dopo il dibattito che si aprirà con i presenti ai lavori le conclusioni previste per le ore 18.30saranno affidate all’On. Enrico Borghi (Ufficio di presidenza del Gruppo PD alla Camera) e Graziano Delrio (Capogruppo PD alla Camera dei Deputati)

I posti sono limitati (per costruire un confronto vero e approfondito). Per prenotarsi inviare una mail entro il 10 luglio a infoenricoborghi@gmail.com

Deputati PD in visita all’acciaieria Duferdofin in Ossola.

DEPUTATI PD: IN OSSOLA ACCIAIERIA DI LIVELLO, SI POSSONO CONIUGARE PRODUZIONE, LAVORO E AMBIENTE PUNTANDO ALLA QUALITA’

Una realtà industriale di livello, la cui produzione di qualità e specializzazione può metterla al riparo dai rischi della guerra commerciale globale avviata da Trump con l’introduzione dei dazi su acciaio e alluminio.
E’ questa la conclusione cui è pervenuta la delegazione di deputati democratici che nella mattinata di oggi, 18 maggio, hanno incontrato a Pallanzeno direzione e delegati di fabbrica della “Travi e Profilati di Pallanzeno srl”, stabilimento del gruppo Duferdofin-Nucor che sorge nella piana della Val d’Ossola alla convergenza dei comuni di Pallanzeno, Piedimulera e Vogogna dando lavoro a 200 dipendenti impegnati nella produzione e lavorazione del ferro, dell’acciaio e di materiali e prodotti per la siderurgia.
La delegazione Dem era composta dalla vicepresidente del gruppo a Montecitorio, on. Chiara Gribaudo, dal segretario d’aula on. Enrico Borghi, accompagnati dal presidente del Pd VCO Graziano Zaretti, dalla componente della segreteria democratica del VCO Vittoria Albertini, dal capogruppo Pd in comune di Domodossola Davide Bolognini e dal capogruppo di maggioranza in comune a Vogogna, Marco Stefanetta.
“Abbiamo trovato una industria che fa della qualità produttiva, dell’equilibrio tra produzione e ambiente e della tutela della sicurezza dei lavoratori uno degli elementi caratterizzanti -hanno osservato i parlamentari Gribaudo e Borghi- che in un’epoca nella quale si parla di industria dell’acciaio solo con riferimento ai casi difficili come Taranto e Piombino è un elemento che dimostra come sia possibile operare tenendo congiunte le ragioni della produzione, del lavoro e dell’ambiente. E’ fondamentale lavorare per una cultura diffusa della sicurezza sui luoghi di lavoro, e stamattina abbiamo avuto la dimostrazione che è possibile operare in questa direzione, interprendando la sicurezza come elemento di investimento e non di costo. La scelta aziendale di operare su produzioni di alta gamma e di nicchia, che li sottrae dal ripercussioni causate dalla portata dei provvedimenti protezionistici del governo statunitense, appare interessante e merita di essere segnalata. Per parte nostra, abbiamo fatto debita memoria delle esigenze soprattutto in materia di logistica e di infrastrutture ferroviarie che industrie di questa natura richiedono, e che necessitano non dei tentennamenti di queste ore in materia di grandi infrastrutture messi in atto da Lega e 5 Stelle ma di una decisa attuazione della cura del ferro avviata dai governi precedenti. Non è pensabile, infatti, che aziende come queste utilizzino la gomma e non il ferro per spostare materie prime e lavorati a causa della vetustà dell’infrastruttura ferroviaria. Per quel che ci riguarda, la tappa ossolana è stata un momento importante del nostro lavoro di confronto e di dialogo con il mondo italiano dell’acciaio che continuerà nelle prossime settimane”.

Statale 33: ma allora i soldi ci sono!

Tutta la campagna elettorale, sul piano locale del Verbano Cusio Ossola, della destra ha avuto un unico argomento di contestazione, la viabilità, e un unico refrain: il centrosinistra ha fatto annunci roboanti ma i soldi non ci sono.
“Andremo noi a Roma, e picchieremo i pugni sul tavolo” hanno assicurato gli alfieri della destra.
Apprendo ora dal neo deputato Alberto Gusmeroli, della Lega, che in risposta ad una sua missiva, il capo compartimento ANAS del Nord Ovest assicura che tra qualche settimana partiranno i lavori di asfaltatura dei tratti più ammalorati della superstrada ossolana, secondo un piano di asfaltature (già presentato ai sindaci interessati in Prefettura a Verbania nelle scorse settimane, in un incontro definito “fuffa” da importanti esponenti ossolani della destra) che porterà nel giro di un triennio a rifare completamente il manto di asfalto di tutta la SS 33 del Sempione nel tratto del fondovalle ossolano.
E’ esattamente quello che ho detto e sostenuto in queste settimane, tra i beffeggi, le accuse e le incredulità di chi oggi, con rapida e disinvolta giravolta, si appresta a prendersi il merito del lavoro. I soldi ci sono, e i lavori cominciano. Prima ancora che si insedi il Parlamento.
Onestà intellettuale e correttezza politica vorrebbe che chi oggi si appresta ad annunciare tali risultati, con la sua consueta macchina propagandistica ben rodata dall’accondiscendenza di alcuni organi di stampa locali, riconoscesse che i soldi ci sono! Altrimenti l’ANAS non potrebbe proprio fare nulla.
Siamo solo agli inizi di una lunga teoria di annunci che improvvisamente faranno scoprire agli esponenti della Destra che quanto noi abbiamo detto in campagna elettorale era vero. Oggi cominciamo dalla SS 33 del Sempione, poi passeremo alla SS 34 del Lago Maggiore e via via… Il tempo è galantuomo!

Onorevole Enrico Borghi