Archivi tag: Reschigna

120 mila euro dalla regione per le scuole di montagna del Vco

image Anche per l’anno scolastico 2007-2008, così come ogni anno – la Regione Piemonte ha assegnato quasi 1 milione di euro di contributi alle comunità montane per consentire il mantenimento e lo sviluppo delle attività didattiche nelle scuole situate in piccoli centri di montagna. Gli aiuti riguardano situazioni di particolare criticità in plessi scolastici a rischio di chiusura per il ridotto numero di scolari, la presenza di pluriclassi, l’insegnamento della seconda lingua straniera e programmi di sostegno rivolti agli alunni di diverse etnie.Sono inoltre in corso diverse iniziative di sperimentazione di attività didattiche in teleconferenza attraverso il collegamento internet in modalità wi-fi. Per il VCO, su di una cifra complessiva di 992.284 euro, sono stati stanziati 118.656 euro, pari ad una percentuale del 12%. A beneficiarne le realtà di 8 comunità montane. Suddividendo gli interventi per tipologia si tratta di 20.625 euro per le criticità, 58.666 euro per le pluriclassi, 13.559 euro per l’insegnamento della lingua italiana alle diverse etnie e 25.804 euro per le attività integrative. l’intento è quello di dare rilevanza a realtà territoriali spesso poco considerate e porre la massima attenzione sull’offerta formativa delle piccole scuole di montagna. Non solo dobbiamo difendere le scuole di montagna – e come Regione Piemonte facciamo la nostra parte con cospicui aiuti finanziari -, ma dobbiamo elevarne l’offerta formativa puntando sulle caratteristiche del territorio perché possa contribuire allo sviluppo più generale dei nostri territori montani. L’istruzione è un diritto di tutti i cittadini ed abbiamo il dovere di tutelare le scuole di montagna. Le scuole sono il nucleo centrale attorno al quale si appoggiano le nuove famiglie che stanno ripopolando le nostre montagne. Cogliamo l’occasione per sottolineare che se noi facciamo la nostra parte per sostenere l’offerta formativa e la qualità del servizio, lo Stato deve fare la sua parte e non applicare criteri di pura ragioneria per decidere se tenere aperte delle scuole che non raggiungono i parametri nazionali di iscritti. I problemi delle scuole di montagna – che in Piemonte sono frequentate da 82.000 studenti raggruppati in 4.400 classi – devono impegnare tutti a rivedere i parametri dei minimi di studenti iscritti per tenere aperte le scuole; incentivare gli insegnanti che lavorano nelle scuole di montagna affinché vi rimangano per un numero di anni sufficienti a garantire la continuità didattica; sostenere la sperimentazione e l’utilizzo di nuove tecnologie di comunicazione; realizzare un piano di rilancio dell’edilizia scolastica.
Aldo Reschigna – Marco Travaglini ( Consiglieri Regionali del PD )

Approvato il Piano Socio Sanitario della Regione Piemonte,

image Approvato il Piano Socio – Sanitario della Regione Piemonte, mercoledì sera dal Consiglio Regionale.
E’ l’ultimo dei provvedimenti sulla sanità che hanno caratterizzato la prima metà della legislatura regionale.
Nel corso di questo anno infatti sono stati approvati dal Consiglio Regionale:
1) la delibera con il Piano di Investimenti sulla Edilizia Sanitaria. Investimenti per oltre tre miliardi di Euro nei prossimi sette anni che vogliono adeguare i livelli molto bassi attuali e che per noi significano la realizzazione della seconda ala dell’ospedale di Domodossola e la ristrutturazione – messa a norma e umanizzazione dell’ospedale di Verbania;2) la legge regionale n.18 che detta le norme per la riforma del sistema sanitario regionale (con la introduzione dei Piani e Profili di Salute e la esaltazione del ruolo dei distretti );
3) la delibera di riforma delle aziende sanitarie locali e ospedaliere (che per la nostra realtà significa il mantenimento della nostra ASL nei suoi confini attuali ed il mantenimento dei tre distretti socio – sanitari esistenti ) ed oggi il Piano Socio – Sanitario regionale .
Viene rispettato l’obiettivo politico con cui la Presidente Bresso è stata eletta di attuare una vera riforma nel sistema della sanità Piemontese e di riuscire la dove il precedente governo di centro destra ha fallito e cioè di darsi uno strumento di programmazione che manca al Piemonte da oltre otto anni e che faceva del Piemonte la Regione cenerentola tra tutte le Regioni di Italia.
Oggi si tratta di cominciare ad attuare la nuova cultura che ispira tutti quei provvedimenti e di avviare un percorso non semplice di attuazione dei principi e dei contenuti degli stessi.
Nei prossimi giorni si avvierà la discussione sui Piani triennali che i Direttori Generali delle ASL hanno predisposto; sarà il primo vero appuntamento che consentirà o meno di vedere l’attuazione di quanto il Consiglio Regionale ha approvato.
Sarà anche la occasione per ritornare, anche nel nostro territorio a confrontarci nel merito delle scelte e dei problemi che stiamo affrontando.
Ci auspichiamo che tutto ciò rappresenti un appuntamento che consenta un vero confronto, non influenzato e condizionato da strategie politiche ma dal merito delle questioni.
La attuale Amministrazione Regionale si è fatta carico di scelte importanti e gravose: oggi le Aziende Sanitarie Locali hanno più risorse rispetto al passato, sono stati coperti i debiti che nel passato erano stati accumulati e non ripianati dalla Amministrazione Regionale e che per la nostra azienda sanitaria locale hanno significato oltre 55.000.000 di euro sino al 31 dicembre 2004 e 37.500.000 sia per il 2005 che per il 2006.
Una ultima annotazione.
Approvare un piano e tutte le delibere che abbiamo citato non significa certamente risolvere tutto, ma vuole essere un elemento di certezza e di riferimento.
Significa anche, per una amministrazione Regionale ( Giunta e Maggioranza ) farsi carico di scelte che chiamano alla responsabilità di tutti i soggetti interessati, significa mantenere un impegno politico assunto e di questo ne siamo fieri.
Aldo Reschigna, Marco Travaglini, consiglieri regionali Ds/PD

Gli eletti alle primarie

Dopo alcuni giorni per calcolare con certezza i risultati pubblichiamo gli eletti alle primarie sia all’assemblea nazionale costituente che a quella regionale.
Nel nostro territorio da sottolineare un ottima presenza di figure di rinnovamento e di giovani tra gli eletti.Collegio 16 Cusio – Borgomanero
Nazionale
democratici con Veltroni 4 seggi: Sergio Vedovato (Presidente della Provincia di Novara), Alessandra Gebbia di Omegna, Gaetano Vullo capogruppo DS di Borgomanero, Simonetta Rossi sindaco di Prato Sesia
con Rosy Bindi democratici, 1 seggio: Paolo Garlassi di Omegna
Regionale
democratici con SUSTA – 4 seggi: Francesco Pesce, Laura Noro (assessore a Gozzano), Alberto Reda (assessore a Romagnano), Adele Pastore
Con SUSTA Riform. di Sin. Innovazione Ambiente – 1 seggio: Antonello Destefano assessore di Arona
MORGANDO Liberi di Scegliere- 1 seggio: Sara Piemontesi di Omegna Con BINDI Democratici davvero- 2 seggi: Gabriella Valsesia di Gozzano, Franco Cattaneo di Omegna
Con MORGANDO il Piemonte è Democratico – 1 seggio: Franca Biondelli consigliere comunale di Borgomanero Assegnati nove seggi

Collegio 17 (Verbania Domodossola)
Nazionale
democratici con Veltroni 4 seggi: Paolo RAVAIOLI, Silvia MARCHIONINI, Giorgio VANNI, Silvia MAGISTRINI
democratici per Enrico Letta 1 seggio: Enrico BORGHI
Rosy Bindi democratici, davvero 1 seggio: Anna BOZZUTO (sul sito nazionale del PD non compare ma in base ai dati UTAR dovrebbe essere assegnato)
Regionale
Democratici con SUSTA 2 seggi: Barbara BIENATI, Sergio PERENO
MORGANDO Liberi di Scegliere 7 seggi: Aldo Reschigna, Margherita Zucchi, Alberto Nobili, Cristina Giuliani, Marino Barassi, Assunta Bevacqua, Massimo Zoppi
Con BINDI Democratici davvero 2 seggi: Irene VESCI, Mauro GIUDICI
assegnati 11 seggi

Nel Vco arrivano i due sfidanti alla carica di segretario regionale del PD

image Proseguono gli appuntamenti verso il 14 ottobre, il giorno delle elezioni primarie per la nascita del partito democratico.
Lunedì 8 ottobre, alle ore 18.oo presso la sala s.marta ad Omegna (in via Cavallotti) Incontro pubblico con Gianfranco Morgando.
Parteciperanno all’incontro Paolo Ravaioli (presidente della provincia), Enrico borghi (coordinatore margherita Vco), Marco Travaglini ed Aldo Reschigna (consiglieri regionali), Giuseppe Grieco (Vice presidente della provicnia), Alberto Nobili (Segretario Ds del vco) e molti altri firmatari dell’appoggio a morgando nel Vco.
L’altro appuntamento è per martedì 9 ottobre alle ore 15 a palazzo Flaim, con un incontro pubblico con Gianluca Susta. all’incontro è prevista la partecipazione di sergio chiamparino (Sindaco di Torino) .
Per sapere dove VOTARE NEL TUO COMUNE ALLE ALLE PRIMARIE DEL 14 OTTOBRE NEL VCO clicca su http://www.ulivo.it/collegi/provincia_0102.html

Molte le iniziative verso il 14 ottobre

Vi segnaliamo le prossime iniziative del comitato 14 ottobre legate all’appuntamento del 14 ottobre per le elezioni primarie.
Venerdì 28 settembre ore 21.oo salone S.Marta, via cavallotti Omegna; confronto a più voci (tavola rotonda tra i sostenitori delle varie candidature nazionali), con Alberto Nobili Travaglini, Mauro Giudici e Rosa Rita Varallo
Lunedi’ 1 ottobre, ore 21.oo, sala del Castello, Vogogna, partecipano i Sindaci di Vogogna Marco Zago, di Pieve Vergonte Maria Grazia Medali, di Piedimulera Gianmauro Bertoia, l’assessore provinciale Fausto Sgro e Claudio Sonzogni, il consigliere regionale Aldo Reschigna, il presidente Uncem Enrico Borghi.
Lunedì 1 ottobre, ore 21.oo, Sala Comunale Montescheno, Incontro sul Pd – Con Elio Tori , Sindaco di Montescheno, Paolo Ravaioli e Stefano Costa

Ricordiamo che si vota domenica 14 ottobre dalle ore 07oo alle ore 20.oo. Basterà presentarsi al seggio del proprio comune con la carta d’indentità/tessera elettorale. Per sapere dove votare nel vostro comune telefonate a orari uffici allo 0323 401272 – oppure via email pdemvco@gmail.com http://www.partitodemocratico.it/

Si raccolgono le adesione per Veltroni segretario

image Parte anche nel Vco il lavoro per sostenere nel Vco la candidatura di Walter Veltroni a segretario nazionale del nuovo Partito Democratico.
Chiunque volesse farlo può risponderci inviando all’indirizzo email dsfedvco@tin.it il proprio nome e cognome, indirizzo di residenza e contatti telefonici ed, eventuale, carica ricoperta (politica, istituzionale, sociale, del volontariato ecc).
Ovviamente questa raccolta di adesioni sarà poi resa pubblica nei prossimi giorni per sostenere la candidatura di Veltroni. Chi volesse potrà poi contribuire in maniera diretta al lavoro del comitato per Veltroni segretario e per far si che il 14 ottobre sia una grande giornata di partecipazione popolare per la costruzione del nuovo Partito Democratico.
Tra le prime adesioni i consiglieri regionali Aldo Reschigna e Marco Travaglini, il Presidente della Provincia del Vco Paolo Ravaioli, gli assessori provinciali Gianni Desanti, Diego Caretti e Lilliana Graziobelli, il segretario provinciale dei Ds del Vco Alberto Nobili,il segretario provinciale della Sinistra Giovanile Marco Tartari … e molti altri…
Aspettiamo il vostro contributo.