Archivi tag: Verbania

Bando periferie: no allo scippo di otto milioni di euro dal governo giallo-verde, per completare il Movicentro della stazione e la pista ciclabile sul lago tra Suna e Fondotoce

L’emendamento al decreto Milleproroghe proposto dalla maggioranza di governo giallo-verde, al momento approvato solo al Senato, potrebbe spostare e/o annullare la disponibilità dei fondi disponibili dal bando periferie messi a disposizione dal precedente governo di centro-sinistra a guida Partito Democratico.
Soldi veri, già messi nei bilanci di molti capoluoghi di provincia, comune di Verbania compreso.
Infatti, con questi fondi a bilancio, il comune di Verbania ha già indetto la gara per l’assegnazione dei lavori di costruzione del posteggio alla stazione di Fondotoce (in scadenza il 17 agosto) e per il secondo tratto della ciclo pedonale si è già in fase di espropri, con progetti esecutivi già approvati.
Lo ricordiamo: più di otto milioni di euro per il secondo lotto del Movicentro alla stazione ferroviaria di Fondotoce e della pista ciclabile tra Fondotoce e Suna, per la riqualificazione delle spiagge del Buon Rimedio e ai Tre Ponti, l’ampliamento della Casa della Resistenza e un’app di promozione turistica.
Sarebbe folle se venisse ora fermato o rimandato il tutto. I cittadini non posso aspettare oltre per vedere completate opere che si attendono da molti anni, a partire dalle aspettative dei pendolari del VCO per il Movicentro.

Invitiamo le forze politiche locali ora al Governo, Lega e Movimento 5 Stelle, i parlamentari e senatori del territorio di queste forze politiche a intervenire, come hanno già fatto i parlamentari PD, per evitare questo scippo che, nel complesso, interessa 120 capoluoghi di provincia e città metropolitane per una cifra di 2 miliardi e 100 milioni.
Un impegno per confermare i fondi del Governo di centro sinistra. Ci aspettiamo una forte risposta da tutti gli interlocutori per il bene di Verbania e di tutto il territorio.

La segreteria Partito Democratico del VCO

Domenica 13 maggio 2018. Partecipiamo e votiamo Si al Referendum per la fusione di Cossogno in Verbania

Domenica 13 maggio 2018, partecipiamo e votiamo Si al Referendum consultivo per la fusione del comune di Cossogno in Verbania. Vincono le comunità!
Guarda  il Volantino per il Sì alla fusione
Ricordarsi di portare un documento d’identità. Si vota domenica 13 maggio dalle ore 08.00 alle 22.00 negli stessi seggi delle ultime elezioni politiche a Verbania, in municipio a Cossogno.
Comitato per il Si

I cittadini iscritti nelle liste elettorali potranno verificare l’ubicazione delle sezioni elettorali di appartenenza indicata sul frontespizio della tessera elettorale. I cittadini non iscritti nelle liste elettorali, e solo per questi tipo di elezione, si dovranno recare alle urne presso la sezione n. 1 della scuola elementare Guglielmazzi di Pallanza. I seggi in totale sono 17. Le scuole rimaranno regolarmente aperte.

Ubicazione dei seggi:
– scuola elementare Guglielmazzi – palestra – n. 2 seggi, Via G. Albertazzi 11
– scuola elementare S.Anna – palestra – n. 2  seggi, Via Massara
– scuola elementare Suna – palestra – n. 2 seggi, Via S.Bocci 2
– casa comunale Fondotoce n. 1 seggi, Via Canale 48/a
– casa comunale Unchio – ex scuola – n. 1 seggi, Via Maggiore 9
– scuola elementare Trobaso n. 1 seggi, Via Cuboni 13/a
– Centro Sociale Renco n. 1 seggi, Via Renco 36
– Cantiere Possaccio n. 1 seggi, Via alla Cartiera 23
– scuola elementare Torchiedo n. 1 seggi, Via Monterosa 12
– istituto Cobianchi n. 1 seggi, Piazza Martiri di Trarego 9
– scuola materna Biganzolo n. 1 seggi, Piazza Pastura 16
– Scuola elementare Tommasetti – Palestra – n. 1 seggi, Via A.Rosa 76
– scuola elementare Cantelli – palestra – n. 2 seggi – Piazza C.L. Fabbri 6/a

Le operazioni di scrutinio avranno luogo subito dopo la chiusura del seggio elettorale; la campagna elettorale inizierà il giorno 13 aprile 2018 e terminerà alle ore 24 del giorno 11 maggio 2018.

Ricordiamo al link  www.comune.verbania.it/fusione   tutto il materiale legato alla proposta di fusione

L’appello per il Sì.
Siamo  favorevoli al percorso di fusione tra Verbania e Cossogno perché:
# porterà cospicui finanziamenti (3 milioni di euro per ben dieci anni = 30 milioni!). Risorse preziose per investimenti da decidere assieme, con nuove opere pubbliche e la manutenzione di quelle esistenti;
# costituisce una coraggiosa proposta d’intesa tra Comuni che hanno un’intensa collaborazione (con Cossogno che usufruisce già dei servizi di Verbania in accordo e armonia);
# non è certo la fine di un confine amministrativo che elimina l’identità di una comunità; ciò che si faceva prima, in termini di vita associativa, si continuerà a farlo anche dopo la fusione;
# integrare i servizi offerti nei due Comuni porterà a un miglioramento complessivo degli stessi (in questo caso 1 + 1 = 3);
# per valorizzare le risorse ambientali, storiche e culturali presenti, a partire dal rapporto con il Parco nazionale della Val Grande;
– perché è una strada intelligente che guarda al futuro e che altre comunità, nel VCO e in Italia, hanno percorso.

Sì alla fusione: vincono le comunità. Domenica 13 maggio 2018
Per approfondimenti www.comune.verbania.it/fusione

Contattaci alla pagina Facebook Si alla fusione tra Verbania e Cossogno o invia una mail a sifusionecossognoverbania@gmail.com

Mobilità: le proposte del PD per Verbania

Mobilità-Città-Ambiente”

 I punti che seguono nel documento rappresentano la sintesi del lavoro svolto all’interno del Circolo PD di Verbania per definire obiettivi e  proposte che riguardano il tema della “Mobilità Urbana”.

Il lavoro si è sviluppato durante  alcuni mesi, attraverso incontri promossi dal circolo a cui hanno partecipato amministratori, tecnici di riferimento, rappresentanti di associazioni, iscritti al partito interessati a dare un contributo o approfondire la tematica.

Si propone quindi all’Assemblea del Circolo PD Verbania di considerare il documento come proposta generale da sottoporre all’Amministrazione; come insieme di elementi di riferimento per orientare la discussione interna inerente al tema della “Mobilità” e per definire gli indirizzi politici e i programmi amministrativi che il Partito Democratico vorrà mettere in campo sul tema “Mobilità Sostenibile”.

1.Fluidificazione dei flussi di traffico di attraversamento della città.

In alcuni periodi dell’anno e in alcuni orari del giorno, si intensificano le code di entrata ed uscita da Intra, dalla rotonda del tribunale, dalla rotonda di Fondotoce.

Le possibilità di realizzare in tempi ragionevoli la circonvallazione di Verbania che alleggerisca il traffico in città si fanno sempre più remote e difficili.

Necessario quindi individuare con interventi a basso costo:

– tutte le possibilità di rendere più fluidi i flussi di traffico in prossimità di Intra, di Pallanza e di Fondotoce;

– le eventuali ipotesi per evitare il centro (in particolare di Intra) utilizzando ed integrando la viabilità esistente.

2.Messa in sicurezza della viabilità urbana.

Negli ultimi anni molto si è fatto per mettere in sicurezza la viabilità urbana con:

– attraversamenti pedonali protetti con isole centrali salva pedoni ed illuminazioni specifiche;

– istituzione di zone 30 per moderare la velocità nelle aree residenziali e sensibili;

– formazione di rotatorie compatte in molte intersezioni.

Molto c’è ancora da fare per poter pensare a Verbania come città che garantisca una viabilità sicura a tutti i suoi cittadini.

Alcune ipotesi di lavoro:

– modifiche della viabilità nelle zone 30 già istituite ed in altre da individuare con interventi di arredo, variazioni di tracciato e sistemazione dei margini stradali per renderle più efficaci e strutturali per produrre concretamente una moderazione della velocità;

– nuovi attraversamenti pedonali protetti dove si evidenziano maggiori rischi ed incidentalità;

– miglioramento della sicurezza viaria in prossimità delle scuole ed attività sensibili dilatando le aree pedonali e riducendo la velocità del traffico;

– interventi lungo i principali assi viari per moderare la velocità quali percorsi ciclabili ed altre tecniche di moderazione del traffico.

3.Individuazione di una rete di percorsi ciclabili urbani.

La riduzione del traffico, la messa in sicurezza della viabilità e la riduzione dell’inquinamento atmosferico dipendono anche dalla realizzazione di una efficace e razionale rete di percorsi ciclabili in città in grado di spostare automobilisti sulla bicicletta e far convivere ciclisti ed auto in piena sicurezza per entrambe.

I percorsi dovranno servire i principali punti di attrazione urbana quali:

– tutte le scuole;

– gli impianti sportivi;

– le aree commerciali;

– centri terziari;

– i parchi pubblici;

– le attività sensibili (biblioteche e centri civici);

– le spiagge;

– i litorali.

I tracciati individuati lungo la viabilità urbana dovranno servire i centri di attrazione attraverso percorsi:

– ottimali nella loro lunghezza e tracciato;

– continui nel loro sviluppo;

– incentivanti la ciclabilità;

– possibili e facili realizzazione.

4.Restituire ai cittadini la pedonalità degli spazi urbani.

Molte le pedonalizzazioni degli ultimi anni (oggi irreversibili).

Molte sono altre parti di città che meritano di essere restituite alla pedonalità per riqualificare e rilanciare l’offerta ambientale ai cittadini ed ai suoi visitatori.

L’accessibilità dei nostri litorali (in particolare Suna e Pallanza)è affidata esclusivamente ai mezzi privati da cui ne consegue una prevalente destinazione dei suoli a viabilità carraia (la stessa di quando era statale) e parcheggi nelle parti paesisticamente più pregiate della città.

Una lettura delle criticità e delle potenzialità di fruizione ambientale porta quindi ad individuare i litorali dei centri di Intra, Pallanza e Suna le aree urbane maggiormente vocate a questa grande operazione di recupero e riqualificazione individuando (per Pallanza e Suna in particolare), nella pedonalità, nella ciclabilità e nel trasporto pubblico l’obbiettivo strategico di medio/lungo termine della loro accessibilità ottimale.

L’obbiettivo è quindi un PROGETTO COORDINATO per:

– un riassetto della viabilità per finalizzarla prevalentemente al trasporto pubblico, all’accesso dei residenti, all’accesso alle attività turistico ricettive, alla ciclabilità;

– la individuazione e realizzazione di nuovi parcheggi a monte del litorale per garantire l’accessibilità;

– la realizzazione di parcheggi al servizio dei residenti all’interno ed in prossimità dei centri;

– la dilatazione delle aree pedonali e verdi;

– l’allargamento e riqualificazione funzionale e qualitativa delle passeggiate a lago;

– offrire un’accessibilità veloce, efficiente e sostenibile attraverso il trasporto pubblico.

5.Piano dei parcheggi pubblici e della sosta.

Occorre conseguentemente procedere alla redazione di un Piano dei parcheggi e della sosta che renda possibili, socialmente sostenibili e coerenti gli interventi individuati conseguentemente:

– alla elaborazione della rete urbana dei percorsi ciclabili;

– alla individuazione degli interventi di messa in sicurezza della viabilità;

– alla individuazione di nuove aree pedonalizzate come riqualificazione e rilancio dell’offerta ambientale della città;

– nonché ad una attenta analisi della dotazione di aree di sosta e parcheggio dei Centri Storici e dei Nuclei di Antica Formazione al servizio dei residenti.

Segreteria PD Verbania

Verbania Innova: convegno sull’agenda digitale il 26 e 27 maggio

Segnaliamo l’importante iniziativa promossa dall’Amministrazione  Comunale di Verbania, “Verbania Innova“.
Convegno/workshop che si svolgerà venerdì 26 e sabato 27 maggio presso il centro eventi Il Maggiore.
Iniziativa fortemente voluta anche dal gruppo consigliare e dal Partito Democratico di Verbania per lavorare sulle questioni che interessano l’ Agenda Digitale, sviluppare idee e proposte con relatori di primo piano e avviare una discussione che coinvolga tutti i cittadini interessati.
A questo link (cliccare qui) potete trovare tutte le informazioni sui due giorni, i temi trattati, i relatori e tutte le indicazioni per poter partecipare.

Nicolò Scalfi
Segretario PD Verbania

Verbania: mobilità urbana. Incontro sabato 22 aprile ore 09.30 Villa Giulia

Il Partito Democratico di Verbania presenta alcune proposte per migliorare la mobilità sostenibile urbana e apre una riflessione con la cittadinanza su un tema centrale per migliorare la qualità della vita della città. Lo farà in un incontro pubblico sabato 22 aprile alle ore 09.30 a Villa Giulia a Verbania Pallanza.

Interverranno:

Giovanni Mari, Associazione BICIINCITTA’ “Il quadro generale della mobilità in Città”

MOBILITA’ URBANA
– Arch. Giulio Rigotti, ” Riformare il regime della sosta e valorizzare gli spazi per la mobilità attiva: esperienze nel Comune di Novara
Alessia Manfredini, Assessore Mobilità e Ambiente Comune di Cremona ” Progetti di una nuova mobilità al confronto con la città e i cittadini”
– Arch. Lorenzo Custer “Messa in sicurezza della viabilità e spazi urbani (zone 30, aree scolastiche, aree pedonali) in Canton Ticino

IL PIANO DEL TRAFFICO
– Arch Vincenzo Curti & Arch Asterio Fontana “Il Piano del Traffico : dal piano del 98 alle proposte per un suo aggiornamento”

L’IMPEGNO DELL’AMMINISTRAZIONE
Sindaco Silvia Marchionini
Assessore Viabilità Giovanni Alba
Assessore Ambiente Laura Sau

MODERA
Scalfi Nicolò Segretario PD Verbania

Cordiali saluti, PD Verbania

Tutti alla manifestazione contro le mafie a Verbania, martedì 21 marzo

Il Partito Democratico del VCO invita tutti i propri iscritti ed elettori, le organizzazioni politiche e sociali, le associazioni, i cittadini e gli studenti a partecipare alla grande manifestazione che si svolgerà martedì 21 marzo a Verbania, in occasione della XXII Giornata in ricordo delle vittime delle mafie, che partirà alle ore 9.00 da P.zza Ranzoni per raggiungere p.zza Garibaldi a Pallanza. 

Sarà una manifestazione  in cui è prevista una grande partecipazione con migliaia di cittadini e personalità di spicco, con oltre 40 pullman da tutto il Piemonte e la diretta di Rai News 24.

Tutto il Piemonte giungerà a Verbania per marciare e ricordare le oltre 900 vittime innocenti delle mafie nella XXII Giornata Regionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Ad organizzare Libera Piemonte, “per accendere un campanello d’allarme su tutti quei territori che, come il VCO, hanno bisogno di costruire un tessuto sociale più forte, consapevole e impermeabile alla penetrazione mafiosa”; una manifestazione con il patrocinio del Comune di Verbania il quale, nelle settimane scorse, ha aderito ad Avviso Pubblico, la rete degli Enti locali per la formazione civile contro le mafie”.

Queste alcune delle personalità previste alla manifestazione: il Procuratore Giancarlo Caselli, il Procuratore Sparagna, la famiglia Ambrosoli (in particolare Umberto Ambrosoli), il Giornalista Giuseppe Legato de La Stampa, l’On. Davide Mattiello membro Commissione Antimafia e Giustizia, Aldo Reschigna Vicepresidente della Regione Piemonte, Monica Cerutti Assessore della Regione Piemonte, il Prefetto Saccone della Provincia di Torino, il Prefetto Olita della Provincia del VCO, Domenico Rossi Consigliere Regionale del Piemonte (che ha seguito le vicende del Castello di Miasino), Marella Caramazza Direttore di ISTUD, Giovanni Campagnoli di RIusiamo L’ITALIA, Diego Montemagno Referente della Rete non Solo Asilo per il Piemonte.

Tutte le informazioni sul sito di Libera Piemonte http://liberapiemonte.it/21-marzo-a-verbania-giornata-regi…/